Studio Legale Zappia Patanè & Partners

Studio Legale
Zappia Patanè & Partners

“…Re Artù, scoperti Ginevra e Lancillotto, non scelse né la strada della vendetta, né quella del perdono, ma decise di fare giustizia. Venne quindi approntato quanto necessario per un giusto processo, impegnando a tale compito tutte le forze attive di Camelot…”

Questa visione della giustizia, questa motivazione spinse Roberto Zappia (1961), quarto di cinque fratelli, ad iscriversi alla Facoltà di Giurisprudenza, nonostante i secoli di tradizione familiare medica. Con il suo “pallino” di fare l’avvocato sin da quando era solo un bambino, ha centrato l’obiettivo: oggi Roberto Zappia è da molti anni uno dei legali milanesi più stimati nel settore bancario e di impresa. Nella primavera del 2019, dall’incontro con Vincenzo Patanè, avvocato giuslavorista milanese, è nata l’idea di unire le rispettive competenze e ciò ha dato vita ad una collaborazione di successo che sta regalando grandi soddisfazioni, sotto il profilo professionale e umano.

Grazie alla collaborazione tra gli Avvocati Zappia e Patanè, il nostro studio oggi vanta competenze multidisciplinari e risponde alle esigenze di diverse tipologie di assistiti, sia sotto i vari profili civilistici, sia per quanto riguarda le problematiche attinenti il diritto del lavoro. Per tale ragione, lo Studio legale Zappia Patanè rappresenta un solido punto di riferimento per grandi e piccole realtà imprenditoriali, famiglie, e lavoratori. All’esperienza e alle competenze tecniche si unisce, poi, un aspetto non meno importante, che contraddistingue tutti i professionisti dello Studio: la propensione ad instaurare un rapporto di fiducia ed empatia con ogni assistito.
I nostri clienti sanno di poter contare su un team esperto, ma anche sempre disponibile, che dà grande attenzione alla persona e alle sue esigenze concrete. Il nostro lavoro si fonda, prima di tutto, sull’ascolto e sul dialogo con l’assistito; il nostro fine è trovare la soluzione che meglio si adatta alle sue aspettative: in poche parole, renderci utili a risolvere problemi concreti.

«Utile è quell’avvocato che parla lo stretto necessario, che scrive chiaro e conciso, che non ingombra l’udienza con la sua invadente personalità, che non annoia i giudici con la sua prolissità e non li mette in sospetto con la sua sottigliezza: proprio il contrario, dunque, di quello che certo pubblico intende per «grande avvocato».

Piero Calamandrei

Hai bisogno di noi?
Compila il form e richiedi subito un preventivo!